Johnnytwentythree

Cincinnati è in Ohio, ma potrebbe essere in Scozia (magari a Glasgow), Texas (Austin) o Canada (Montreal). A Cincinnati, per il caso j23, la Temporary Residence avrebbe l’occasione di aprire una succursale, tenendo conto che sul loro forum, affine a certa musica, già se ne parla da un po’.
Potremmo finirla qui, che fra link e citazioni l’andazzo è comprensibile, invece insistiamo, testardi e fuori moda, esaltando ancora l’innocenza strumentale più pura e, per questo, tremendamente rara. Calpestata da mille cloni, tediosi, nel concreto, più per chi certa musica la ama (ancora?Ancora) rispetto ai numerosi soloni legati a qualche stereotipo, secondo cui, chissà perchè, l’album delle figurine di certe tendenze ha sempre parvenza di novità, mentre quello dell’anno prima è vecchio ed intuile. Salvo mutare parere, secondo le leggi del settore, il mese dopo.
Attendendo, quindi, l’inevitabile resurrezione (che purtroppo avverrà, annebbiando i veri meritevoli), restiamo sulla nostra sponda del fiume, sorridenti perchè chi ci aveva dato per morti non aveva chiesto il parere al dottore. Pare, infatti, che la salute sia buona e la conferma, clamorosa, arriva appunto con la griffe Johnnytwentythree.
L’esordio omonimo è in realtà un secondo capitolo di una storia che sino ad oggi viveva di collaborazioni per colonne sonore destinate a cortometraggi. Senza rinnegare nulla di questo (nel disco vi sono due extra che rimandano al primo periodo), il gruppo rimarca con furore il concetto di (fasulla) introversione esplosiva, esplorando con gli strumenti impeti e passioni, vivendo di melodia destinata a generare paesaggi aperti al confine dell’infinito. Ed è qui, allora, la differenza con la massa: la comunicazione è urgente, personale anche se identicativa in un genere, strutturata su fondamenta concrete nell’intimità ed evocative nei deragliamenti. L’evoluzione è espressa nei fragorosi retaggi emotivi, nervosi ed aspri solo quando necessario, scoprendo la forma-canzone senza alcuna remora ad ammetterne il valore, muovendosi con consapevolezza assoluta fra le acque opache del post rock, strizzando l’occhio a qualche fantasma silenzioso eppure trepidante d’ansia, nutrito dalla speranza, nascosta, di poter vivere una nuova alba.
I Johnnytwentythree offrono al mondo una nuova possibilità, spoglia, nuda e, se volete, difficilmente riciclabile. Ma con una luce talmente straniante ed incantata da non poterne rifiutare gli abbagli.

Mp3 Johnnytwentythree: Red Bird
Mp3 Johnnytwentythree: Last Exit

MySpace: Johnnytwentythree
Website: Johnnytwentythree

j23

Annunci

5 thoughts on “Johnnytwentythree

  1. Caro Marco, appena acquistato.
    Grazie della segnalazione: sai che amo il genere.Cincinnati è inoltre una città che nella sua bruttezza mi è piaciuta (ci sono stato anni fa). Il fiume, il piglio rigido-conservatore, il clima deciso della stagione invernale…
    Un abbraccio.
    Ma ci si riuscirà a vedere ancora o si deve aspettare che rifacciano frequenze disturbate?
    Marcello

  2. Marcello, in effetti volevo scrivere dedicato a m.(inteso in senso lato per tutti gli m.)

    A pelle vedo Cincinnati attraente, spero solo che il generale inverno anche qui sappia come comportarsi…

    Speriamo di vederci prestissimo…senza caldo, sudore e ombrelloni:)

  3. siete pazzi!!! io ho già nostalgia dell’estate e del bel tempo, altrochè…odio le temperature rigide e il tempo incerto…non ne posso già più!!! pur sapendoche qui, in west-coast si sta da dio, domenica scorsa ho fatto il bagno in mare!!!

  4. Mi è arrivato ieri, assieme all’ottimo adesivone. Copertina bellissima e primo ascolto in una gelida notte al confine con la svizzera. Bravo Marco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...