Great Albums Of The Past: Sofa – Grey (Constellation)

Siamo agli albori. Nel catalogo ConstellationGrey” dei Sofa ha il numero 2. L’uno va sempre a loro, ma si trattava di un 7″ (“New Era Building“). Per un purista del dettaglio, quindi, il primo vero album della label canadese è “Grey”. Che poi nella formazione con Brad Todd (voce), Keith Marchand (batteria) e Scott Clarkson (basso) comparisse come chitarrista Ian Ilavsky (fondatore della Constellation e poi membro di altra fenomenologia fra Silver Mt.Zion e Sackville) non appare affatto casuale. Tutt’altro. Il discorso fluisce, così, con facilità. I Sofa stanno insieme circa cinque anni. Di dischi completi solo uno. Ma qui il termine completo assume un significato. Assoluto. All’epoca qualcuno scrisse: “Like Slint and Big Black meeting for a Joy Division reunion“. Si giocava, forse, con gli eccessi, eppure non c’era molta distanza fra immaginifico e realtà. Una sorta di slow core post industriale, legato ad un hardcore primigenio che della ruggine faceva un marchio indelebile. Roba sporca e poco affabile, di quella da eccitazione duratura per troppa tensione. Non che se ne trovi tanta in giro, oggi. Poi, in quelle zone canadesi, arrivò la gloria. Ma è un’altra storia. Nata anche da questa.

One thought on “Great Albums Of The Past: Sofa – Grey (Constellation)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...