Barzin – An unreleased poem

Barzin was so kind to send me a poem he recently wrote. It is unreleased.

I have sat on leather sofas
waited in waiting rooms
in subways stations.
I have dreamt of limbs
of soft eyes
velvet breasts.

Autumn went by without me
the yellow leaves piling
higher and higher.

I had so much to say then
I had so much to say
yet I saved them for a day like today.
And now
I have forgotten everything

The problem with the heart
is that it wants the world.
It wants everything:
fresh laundry on Sundays
avocados and French baguettes
girls in long leather boots
ruby cunts to kiss
a house to call its own
and Death, yes even Death.
It wants a simple, quiet death.

These days I am distracted
one step behind my deeds
sleeping walking through a fog
thinking too much about loneliness
and as always someone else’s voice has
gotten caught in my thoughts
and I mistake it for my own.

I still fall in love
wherever I go.

Ah, the beauty that is so close to touch
yet always out of reach.

Where is the girl who lay beside me last year?
Whose arms is she in tonight?
Who is picking flowers for her hair?

Maybe I’ll go to Paris.
The city of forgetfulness.
The unreal city.

I am ready for a new kind of death.

© 2009 Barzin

Barzin

Share

Featured label #3: Monotreme Records

Monotreme è un’etichetta con sede a Londra e ha nel proprio catalogo, tra gli altri, album di 65daysofstatic (potete scaricare “Retreat! Retreat!”, brano dal vivo tratto dal loro nuovo album “Escape From New York”), Barzin, The Low Lows, Jeniferever, Thee More Shallows, Picastro, Okie Rosette.

Escape from New York65daysofstatic
“Retreat! Retreat!” (MP3)
from “Escape From New York”
(Monotreme Records)

Buy at iTunes Music Store

Spring TidesJeniferever
“Green Meadow Island” (MP3)
from “Spring Tides”
(Monotreme Records)

Buy at iTunes Music Store

Notes to an Absent LoverBarzin
“Stayed Too Long in This Place” (MP3)
from “Notes To An Absent Lover”
(Monotreme Records)

Buy at iTunes Music Store

Metal CaresPicastro
“Sharks” (MP3)
from “Metal Cares”
(Monotreme Records)

Buy at iTunes Music Store

Leap SecondOkie Rosette
“Grand Opening” (MP3)
from “Leap Second”
(Monotreme Records)

Buy at iTunes Music Store

Barzin

Vi aveva già fatto sentire una sua canzone Giuseppe, ma forse è il caso di soffermarci in maniera più approfondita su Notes To An Absent Lover, terzo album per il cantautore Barzin. Barzin Hosseini, questo il suo nome completo, è canadese (ma dalle intuibili origini iraniane), ed è ormai dal 2003, anno del suo esordio, un autore a cui tutti gli amanti del cantautorato più romantico ed introspettivo rivolgono grandi attenzioni. Il generale plauso critico conquistatosi con My Life In Rooms, suo secondo disco, primo per l’inglese Monotreme come quest’ultimo, è parzialmente indicativo di un talento capace di ammaliare l’ascoltatore con le sue storie soffuse e vibranti, col suo misurato ma intenso gusto per il cesello armonico e strumentale, con una scrittura che, pur calandosi all’interno di una tradizione musicale ormai consolidata (la sua canzone d’autore sta tra folk e piccoli dosi di slow-core, e non costringetemi a fare i soliti nomi, ché li sapete), riesce ad avere quel tocco personale e quella dolcezza di carattere che finisce per ammaliare senza esitazioni. In qualche modo, l’ultimo album, non solo conferma, ma dimostra che, a piccoli passi, Barzin sta arrivando ad una perfetta cristallizzazione di un suono che arriva al cuore privo di mediazioni. Le sue rimangono canzoni intime e sofferte, dalle tonalità autunnali e dalla crepuscolare tendenza al tratteggio emotivo e malinconico, dove permane la propensione alla ballata avvolgente e ai toni misurati e quieti. Qui però, il sound è ancora più organico e caldo del passato, con gli strumenti – violoncello, pianoforte, chitarre acustiche, elettriche tremolanti, batteria spazzolata, un’armonica neilyounghiana, una pedal-steel – intrecciati fra di loro nel costruire il giusto scenario alle parole di Barzin e alle sue melodie dalla costante qualità pop. Ed è proprio quest’ultima caratteristica a rendere l’ascolto sempre intenso, magnetico, mai scontato, con canzoni come Nobody Told MeWords Tangled In Blue The Dream Song che, andando ben oltre i semplici ed in fondo rassicuranti sentieri del cantautorato triste e chiuso su se stesso, acquistano concretezza e prendono vita di fronte a noi. Alla fine, in fondo, come spesso accade, solo fino ad un certo punto le parole possono spingersi nello spiegare un’emozione; ci riuscirà molto meglio Barzin stesso, attraverso l’incanto magico di Soft Summer Girls. Ascoltatela e sappiatemi dire.

MP3 Barzin – Soft Summer Girls

MySpace: Barzin
Website: Barzin

barzin