Song Of The Day: Papa M – How Can I Tell You (feat. Will Oldham)

[A song by Cat Stevens, as interpreted by Papa M. Originally recorded in 2001 as a wedding gift for Stuart Braithewaite from Mogwai. Will Oldham (Bonny ‘Prince’ Billy) sings backing vocals. Produced by Continental OP]

Il principe Billy e le chiese lombarde

Con la crisi finanziaria in atto, il dibattito sulla corruzione e la questione morale, l’inesorabile sensazione che al massimo tutto possa cambiare perché non cambi nulla, non sono davvero molti i motivi d’affezione nei confronti dei nostri politicanti e dei nostri amministratori pubblici. E allora, se una volta tanto, abbiamo l’occasione di parlarne bene, facciamolo! Sì, perché quest’anno, continuando una piccola tradizione cominciata qualche anno fa, la Provincia di Milano ha fatto davvero un bellissimo regalo di Natale a tutti gli appassionati di musica. Ben tre concerti del grandissimo Bonnie “Prince” Billy, completamente gratuiti (o ad offerta libera), in altrettante chiese dell’Hinterland milanese. Tre serate davvero magiche, tra l’altro approcciate dal principino in maniera piuttosto differente, con netti cambi di scaletta e d’atmosfera da un concerto a quell’altro. Il primo show si è svolto nella bella chiesa della Sacra Famiglia a Rogoredo; forse perché un pò intimoriti dall’ambiente e dall’inusuale location, Bonnie e i suoi due compagni (il chitarrista Emmett Kelly e la violinista Cheyenne Mize), hanno proposto una scaletta fortemente legata a temi religiosi, col recupero di alcuni vecchi traditional e di qualche folk tune ammantata di spiritualità. Non sono certo mancati i suoi pezzi – una bella Pushkin ad esempio – ma il feeling è stato per l’appunto quello di un concerto molto a tema. La sera dopo, nella chiesa di San Gervaso e Protaso di Novate Milanese – forse tra i tre concerti il migliore, per intensità emotiva, scaletta e per un suono veramente da brividi – le cose sono un pò cambiate, allargando lo spettro tematico, così tanto da arrivare a scandagliare anche il lato oscuro dell’uomo, attraverso delle versioni spaccacuore di Death To Everyone o della eterna I See A Darkness. Inevitabile che l’ultima notte, nella chiesa di San Martino a Grezzago, fosse quella più rilassata e leggera, con Willaccio – così si è auto presentato al pubblico – scherzoso, chiacchierone (in un ottimo italiano!!) e assai brillante. Un paio di piccole note per concludere: tra le nuove canzoni presentate, è spiccata sulle altre The Champion, un pezzo corale e sentitissimo che è stato ogni sera tra gli highlight dello show, con le voci dei tre a svettare verso il cielo e le corde delle chitarre e del violino ad intrecciarsi in un inestricabile abbraccio sotto. Ed infine, impagabile la visione di un pubblico che mescolava i soliti appassionati agli anziani parrocchiani delle varie chiese, molto spesso anche loro entusiasti della musica e dell’arte di questo poeta.

Bonnie "Prince" Billy a Grezzago

Bonnie “Prince” Billy a Grezzago (foto: Lino Brunetti)