Silian Rail

Mentre Marco Belinelli continua a scaldare la panchina dei Warriors, altri, a San Francisco, si muovono con bella convinzione. Sono i tipi della Thread Productions, collettivo che ha unito alcuni gruppi della zona. Fra questi i migliori paiono essere i Tartufi (se ne parò, di sfuggita, anche in Italia. Ritorneremo sulla loro sgraziata circolarità), ma hanno discrete qualità anche i Birds And Batteries e i Low Red Land. Oltre, ovviamente, ai Silian Rail.
Chitarra (Robin) e batteria (Eric) per una scelta strumentale fra ricordi del Midwest, orticaria impenitente ed atteggiamento indipendente un po’ alla Polvo . Tanto melodici quanto reiterati nelle dissonanza, non volendo abusare mai di nessuna delle due caratteristiche. In breve, oltremodo piacevoli. Ed il nuovo “And You To Pieces” ne è concreta dimostrazione.

MP3 Silian RailBrown Is A Bear
MP3-Silian RailEighteen
MySpaceSilian Rail
MySpaceThread Prodcutions
Silian Rail

Annunci

Brian Borcherdt

Non è una novità che il sottoscritto ami la musica malinconica e introspettiva. Sono perennemente alla ricerca di artisti che mi possano emozionare e che mi accompagnino nei miei lunghi periodi di autocommiserazione.
E’ proprio durante una di queste ricerche che mi sono imbattuto in Brian Borcherdt, ai più noto come tastierista della band canadese Holy Fuck, ma titolare di un progetto solista degno di nota.
Armato di chitarra acustica Brian si è chiuso nel soggiorno di Josè Miguel Contreras dei By Divine Right e con l’ausilio di quest’ultimo ha registrato i 7 brani che compongono l’E.P. “Coyotes”, recentemente pubblicato dall’etichetta Hand Drawn Dracula.
Ascoltando l’E.P. sembra proprio di essere in quel soggiorno e di condividere con Brian la sua sofferenza e fragilità. Non ascoltavo canzoni così tristi ed oscure da molto tempo, “Coyotes” è un disco da custodire in un angolo della vostra cameretta, accanto ai capolavori dei Red House Painters e degli American Music Club.

MP3 Brian BorcherdtEvil Twin
MySpace: Brian Borcherdt
Compra Brian Borcherdt – Coyotes: iTunes
BB

David Grubbs

Il gemello di Jim O’Rourke. Una volta e forse anche domani, sebbene le strade-per motivi vari- non siano oggi proprio parallele. Quello che non ha mai urlato “Eureka” (passepartout per l’intellighentia alla disperata ricerca di un senso pop). Realizzando, nel mentre, forse di meglio, ma con meno clamore (ed evitiamo il successivo discorso Sonic Youth).
Per alcuni un punto non fermo, ma fermissimo, in virtù di un percorso simile (seppur attraverso ruoli diversi: attore protagonista-lui-, più o meno attenti ascoltatori-noi-) nell’approccio alla musica. Perchè prima furono gli Squirreil Bait, bandiera del Midwest (e del Kentucky e di quella Louisville che già era ma soprattutto poi sarà), alienanti per violenza e frenesia hardcore, quindi i Bitch Magnet (e i riferimenti logistici, nell’occasione, andavano dall’Ohio al North Carolina), enfatizzando una maggiore esasperazione, ed ancora i Bastro, il cui “Diablo Guapo” resta una perla rara nell’emisfero della nevrosi strumentale. E poi, si sa, toccò ai Gastr Del Sol scrivere la storia, con dinamiche che dall’acustico (“Crookt Crackt Or Fly“) scartavano nelle dissonanze (“The Harp Factory On Lake Street“), per, infine, cercare rifugio in un rumorismo di matrice classica (“Upgrade And Afterlife “).
Volendo, inoltre, ci sarebbero anche le collaborazioni con i Codeine e svariati progetti difficilmente descrivibili come secondari. Sempre, però, legati ad un percorso personale mai dimentico delle origini ed intransigente nel volersi sviluppare con lucidità irrazionale solo in apparenza. Così anche il cantautorato assume un ruolo fisiologico nella vita di uno dei più fenomenali musicisti degli ultimi vent’anni. “An Optimist Notes The Dusk” (Drag City), nel dettaglio, riassume tanto e lascia intuire di più. E conferma pure. Quantomeno la presenza di un grandissimo.

MP3 David GrubbsAn Optimist Declines [tratta da An Optimist Notes The Dusk– Drag City, 2008]

MP3 Gastr Del SolThe Season Reverse [tratta da Camoufleur, Drag City, 1998]

MP3 BastroTallow Waters [tratta da Diablo Guapo, Homestead, 1989]

MP3 Bitch MagnetBig Pining [tratta da Umber, Communion Records, 1989]

Squirrel BaitKid Dynamite (video) [tratta da Skag Heaven, Homestead, 1987]

Ed Laurie

Ed Laurie è un eccellente cantautore folk inglese; il suo disco d’esordio “Meanwhile In The Park” è stato appena pubblicato in digitale (è possibile comprarlo su iTunes, per ora solo nello store statunitense) dall’etichetta californiana Dangerbird Records.

MySpace: Ed Laurie
Ed Laurie – Meanwhile In The Park (video)

Simon Raymonde

The Independent ci fa vivere un giorno nella vita del boss di Bella Union, Simon Raymonde.
Scopriamo che i Fleet Foxes hanno venduto ad oggi 50.000 copie in Europa (!!!), che Bella Union sta cercando di firmare i canadesi Ohbijou e che i prossimi artisti in uscita su Bella Union saranno Our Broken Garden, Abe Vigoda e Peter Broderick.
Simon è uno dei personaggi che ammiro di più in campo discografico; conservo ancora gelosamente il ricordo del giorno in cui con l’amico Francesco ci presentammo a Simon Raymonde al Barfly di Liverpool e comprammo direttamente dalle sue mani il cd della sua compagna Stephanie Dosen.
A Simon va tutto il mio rispetto e la mia gratitudine, nel corso degli anni ha pubblicato tanti ottimi album e ha svolto un lavoro di talent scout davvero incredibile.

MP3 Abe VigodaDead City/Waste Wilderness
MySpace: Bella Union
Website: Bella Union

SR